Le nostre poesie

 

LENTAMENTE

“Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marca o colore dei vestiti,
chi non rischia,
chi non parla a chi non conosce.
Lentamente muore chi evita una passione,
chi vuole solo nero su bianco e i puntini sulle i
piuttosto che un insieme di emozioni;
emozioni che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbaglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore
davanti agli errori ed ai sentimenti!
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l’incertezza,
chi rinuncia ad inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia e pace in sé stesso.
Lentamente muore chi distrugge l’amor proprio,
chi non si lascia aiutare,
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di
gran lunga
maggiore
del semplice fatto di respirare!
Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di
una splendida
felicità.”

Pablo Neruda


VITA

Quattro sono le sillabe che contengono un oceano
di respiri come onde
un oceano di Vita
Vita, senza Vita non si può Vivere
Fai battere il mio cuore
A volte mi doni la bellezza di un’alba e lo stupore
di un tramonto
e la meraviglia di un cielo stellato
illuminato da una calda luna
A volte mi avvolgi come un mantello nero
pieno di tristezza, di malinconia
ma sei sempre tu, Vita
Vita sei magia!

Roberta


Strade

Ho percorso tutte le strade del mondo
per cercare e trovare me stesso
la mia essenza…
è stato un viaggio lungo e faticoso
che però mi ha portato al mio centro,
al centro della vita
al mio ritorno a casa…

Giampiero


Sogno

Sogno di danzare abbracciati
sento stringere con affetto il mio corpo…
tra le tue braccia divento leggero
come una piuma
Le note scivolano nell’aria
entrano… entrano fino all’anima, mi sento felice…
Sogno di danzare in capo al mondo
al centro dell’universo… in prati di stelle…

Giampiero

 

Condividi su:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone